Fondo nuove competenze: ridurre l'orario e fare formazione ai lavoratori

Di cosa si tratta

Introdotto dal decreto Rilancio il fondo denominato Fondo Nuove Competenze consente alle imprese, previa sottoscrizione di un accordo collettivo, di rimodulare temporaneamente l’orario di lavoro e destinare una parte di esso per far svolgere ai propri dipendenti attività di formazione e riqualificazione. Il Fondo mira a rappresentare uno strumento alternativo alla cassa integrazione e di natura “attiva” con benefici sia per le aziende sia per i lavoratori. Destinatari degli interventi finanziabili dal fondo sono tutti i lavoratori del settore privato che abbiano stipulato (entro il 31 dicembre 2020) accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive. Gli interventi di formazione possono essere finalizzati anche a incrementare l’occupabilità del lavoratore e favorire processi di mobilità o ricollocazione anche in altre realtà lavorative.

Differenza con la cassa integrazione

La rimodulazione dell’orario di lavoro consente alle imprese di far fronte alle mutate esigenze del lavoro e non comporta alcun costo poiché gli oneri retributivi e contributivi sono interamente a carico del Fondo Nuove Competenze, mentre l’azione formativa può essere finanziata mediante i fondi interprofessionali. Allo stesso tempo i lavoratori subiscono una riduzione dell’orario lavorativo però senza diminuzione della retribuzione (come avviene con la cassa integrazione) con un evidente vantaggio in termini di acquisizione di nuove competenze.

Accesso al fondo e procedura

Una volta stipulato l’accordo collettivo i datori di lavoro inviano istanza di contributo ad Anpal. La valutazione avviene secondo criterio cronologico di presentazione. L’erogazione del contributo avviene per tramite dell’INPS. Il numero massimo di ore destinato allo sviluppo delle competenze per ogni lavoratore è pari a 250. Il Ministero del Lavoro ha stanziato con questa misura 730 milioni di euro, fino al 2021.

Sono individuabili come soggetti erogatori della formazione tutti gli enti accreditati. Per ottenere il finanziamento dell’azione formativa mediante fondi interprofessionali è necessario procedere alla presentazione del progetto formativo al fondo a cui l’azienda aderisce.

 

Alfasic può supportare le aziende dalla presentazione della domanda di adesione al Fondo Nuove Competenze, alla presentazione dei progetti formativi ai principali fondi interprofessionali fino all’erogazione della formazione.

Per ulteriori informazioni potete contattare i nostri uffici (ufficio formazione – referente Francesca Gallerini).

Shopping cart

0

No products in the cart.

newsletter